$(document).ready(function() { $('a[rel="external"]').click( function() { window.open( $(this).attr('href') ); return false; }); });

Rally Mexico 2012 In English and Italian

by Roberto on March 14, 2012

By Roberto Motta
Photos courtesy of Citroën Communication, Ford World Rally Team and Rally Mexico

Sebastien Loeb has won the third round of the World Rally Championship. It was his sixth win in Mexico, and this year he confirmed his supremacy from the opening round.

The Rally Guanajuato Mexico, now in its eighth edition, is a rally that looks like a tough race. Its route includes two of the most grueling of all the special championship stages: the SS14 Otates of 41.88km, and SS22 Guanajuatito of 54.3km. The Rally of Mexico has also become a great social affair in which the state government of Guanajuato, the towns of Leon, Silao and Guanajuato along with Mexico’s National Forestry Commission engage in a major development program for local communities that are crossed by the route of the rally itself. The program’s main objective is to improve the health of those living along the route of the event.

The Rally is a big change from the previous rounds of championships, and the WRC circus went from snow and cold in Sweden to the warmth, sun, dirt and the enthusiasm of the Mexican fans.

The shakedown run was the province of the ‘Cannibal’ Sebastian Loeb (with his nickname, “Cannibal”) and his Citroen DS3 WRC ahead of the Ford Fiesta RS WRC Latvala and Peter Solberg.

Thierry-Neuville-Citroen

Thierry Neuville feels the Mexican dust and heat.

08/03/2012, Qualifying Stage
In qualifying, Petter Solberg, driving the Ford Fiesta RS WRC, won the pole position along the 5.18-km route of the Laborcita in 2′48 “673, thus gained the opportunity to decide on his starting position for the first stage, the “Street Stage” on the streets of Guanajuato. Behind Solberg was Mikko Hirvonen with a time of 2′49 “579; the Finn was ahead of teammate Sebastien Loeb, and Jari-Matti Latvala’s Ford.

As in previous years, the departure ceremony was held in the beautiful city of Guanajuato, a World Heritage Site. Petter Solberg won this short special by recording a time of 53.7 seconds, 4/10 of a second faster than Sebastian Loeb, and 6 tenths faster than Mad Ostberg.

Solberg, who won in Mexico in 2005, said: “The special was very difficult because in some places it was slippery. It was still a good feeling and I did not push too much.”

Sebastien Loeb

Sebastien Loeb, the greatest rally driver ever, has earned the nickname 'Cannibal'.

09/03/2012 – Day 1
The first real day of the Rally Guanajuato Mexico proved challenging for many of the drivers and as often happens in rallying, was full of surprises. The day began with SS2; Solberg was the victim of a puncture, and ended nearly a minute behind the winner, the Citroen DS3 of Hirvonen. In SS3 and SS4 Latvala’s Ford Fiesta RS WRC looked set to compete for the podium, then, in SS5, struck a stone that was not there in reconnaissance and damaged the suspension, losing almost 1 ½ minutes. Subsequently, the organizers found that ‘the damn stone’ was thrown by an irresponsible fan. The organizers considered such an action as unacceptable and to ensure the safety of competitors and the public, they canceled the SS9 (Ortega 2).

At the end of the day, the two Citroens occupied the top two positions in the standings; Sebastien Loeb 4.5 “and Mikko Hirvonen of 1 ‘: 11″ .9 and in third, Mad Ostberg with the Ford Fiesta RS WRC.

“The last special was very difficult,” said Hirvonen, “the ground was slippery and luckily we have not made many changes to the setup of the car”

Paulo-Nobre MINI-Cooper-

Above, Paulo Nobre in the Mini ' Green Pig' retired, while teammates Armindo Araújo/Miguel Ramalho placed 8th overall.

10/03/2012 – Day 2
With the cancellation of PS9, the caravan of the World Rally faced a long drive before they got to deal with the PS10 near the city of Leon. There, Sebastian Loeb was best, increasing his lead over Hirvonen to 5 “3.

At the end of the day, Sebastien Loeb was the confirmed leader of the Rally of Mexico, ahead of team mate Hirvonen and Jari-Matti Latvala’s Ford Fiesta RS M-Sport.

11/03/2012 – Day 3
The final day of the rally Loeb concentrated to administer his lead and not make mistakes. “I do not have to worry about timing. I have enough advantage to control the race,” said Loeb. Said and done, he concluded the rally with the victory.

Hirvonen, in his third rally for Citroen, has met his goal of adding points. He finished second.

Hirvonen, in his third rally for Citroen, has met his goal of adding points. He finished second.

With this win, Loeb confirmed his supremacy from the very start and has triumphed with 42 “4 lead over team-mate Mikko Hirvonen, who in turn met his goal of winning key points for the Citroen brand. Hirvonen, in his debut on dirt road with the Citroen, said: “It was my first race on dirt at the helm of the DS3, and we are happy with the result. I learned many things this weekend, and maybe I was too aggressive at times.”

Jari-Matti Latvala committed a serious mistake that cost him the race. He once again failed to keep a cool head at key moments. Attacking on PS22 (54 km long) when he was running third, he risked more than he should and his Ford Fiesta overturned. The crew managed to put the car on the road and after replacing a tire, concluded the test. After the test, Latvala retired and said he was distracted after seeing the car overturned by Evgeny Novikov. Petter Solberg won the third place, taking advantage of his teammate’s glaring error.

Latvala flies almost sideways. An error put him on the roof and out of the rally.

Prince of Qatar Nasser Al-Attiyah achieved an excellent 6th overall and won 8 points in his second participation in a WRC car. Thierry Neuville, Citroen DS3 WRC, won his first special stage in the WRC, the SS21. The crew of Ramona Karlsson and Miriam Walfridsson did very well. The two Swedish girls, competing with the Mitsubishi Lancer EVO, finished in 18th place overall.

At the end of the rally, Peter Solberg won the Power Stage, ahead of Loeb and Otsberg.

Ramona-Karlsson

Ramona Karlsson and Miriam Walfridsson, both from Sweden, finished a remarkable 18th in an uncompetitive Mitsubishi.

During the post race press conference, Loeb said, “I am very happy. It was a long weekend, with long stages and with a lot of pressure. I had a great battle with Mikko but finally, we are here for the sixth time on the top step of the podium.”

The fourth round of the FIA World Rally Championship is scheduled for March 29-April 1st at the Rally de Portugal.

Rally Mexico- Classifica

In Italia

Loeb conquista la sesta vittoria in Messico. Latvala sbaglia e si arrende.
By Roberto Motta
Photos courtesy of Citroën Communication, Ford World Rally Team e Rally Mexico

Sebastien Loeb ha vinto il Rally del Messico, terzo appuntamento del Mondiale. L’alsaziano, al sesto successo nella gara americana, ha confermato la sua supremazia fin dalle battute iniziali.

Il Rally Guanajuato Mexico, giunto alla sua 8a edizione, è un Rally che si presenta come una gara impegnativa. Il suo percorso comprende due delle speciali più massacranti di tutto il campionato: la SS14 Otates, di 41.88km, e la SS22 Guanajuatito di 54.3km.
Con questa edizione, il Rally del Messico ha assunto anche un importante riscontro sociale, che vede il governo dello Stato di Guanajuato, i Comuni di León, Silao e Guanajuato e la Mexico’s National Forestry Commission impegnati in un importante programma di sviluppo delle comunità locali che vengono attraversate dal percorso del Rally stesso. L’obiettivo principale del programma è di migliorare le condizioni di salute di coloro che vivono lungo il percorso della manifestazione.
Lasciati gli importanti impatti sociali del rally, torniamo ad occuparci del lato sportivo della manifestazione.
Il Rally vede un grande cambiamento rispetto alla precedente prova di campionato e, il circo del WRC è passato dalla neve e il freddo della Svezia al caldo, al sole, allo sterrato e alla calda simpatia dei tifosi messicani.
L’entusiasmo e il calore degli appassionanti messicani ha avvolto i partecipanti al rally fin dallo shakedown, che ha visto primeggiare il ‘Cannibale’ Sebastian Loeb e la sua Citroen DS3 WRC davanti alle Ford Fiesta RS WRC di Latvala e Peter Solberg.

08/03/2012, Qualifying Stage
Nelle prove di qualificazione, Petter Solberg, alla guida della Ford Fiesta RS WRC, ha imposto il suo ritmo, ottenendo la pole position percorrendo i 5.18 km del percorso di La Laborcita in 2′48”673.
Solberg ha così conquistato la possibilità di decidere la sua posizione di partenza per la prima tappa, lo “Street Stage” tra le strade di Guanajuato.
Alle spalle di Solberg si è classificato Mikko Hirvonen con il tempo di 2′49”579; il finlandese ha preceduto il compagno di squadra Sebastien Loeb, e Jari-Matti Latvala con la Ford.
Ottima la prova del russo Evgeny Novikov, che si è confermato uno dei migliori piloti del momento.
Il rookie Thierry Neuville, del Citroen Junior World Rally Team, ha ottenuto il 7° posto.
La MINI JCW di Armindo Araujo ha accusato problemi al turbo, mentre Ford Fiesta RS WRC di Ken Block è stata rallentata dal danneggiamento della sospensione anteriore destra, causato dall’urto contro una grossa pietra.

Come negli anni precedenti, la cerimonia di partenza si è svolta nella bellissima cittadina di Guanajuato, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Un’atmosfera fantastica, tanta gente e il lungo tunnel minerario, sono gli elementi che hanno offerto uno spettacolo indimenticabile.
Petter Solberg si è subito imposto in questa corta speciale facendo registrare un tempo di 53.7 secondi, 4 decimi di secondo più veloce di Sebastian Loeb, e 6 decimi più veloce di Madsa Ostberg.

Solberg, vincitore in Messico nel 2005 ha commentato: “E’ stata una speciale molto difficile perché in alcuni tratti era scivoloso. Avevo comunque un buon feeling e non ho spinto troppo”.

Loeb ha dichiarato: “La partenza del Rally è avvenuta in un’atmosfera incredibile! Lo stage è molto scivoloso, ma è solo 1 km. Domani sarà diverso, con una SS lunghissima. Una Speciale di 54 km”.

09/03/2012 – Day 1
La prima vera giornata del Rally Guanajuato Mexico si dimostra impegnativa per molti dei piloti e come, spesso accade nei rally, è piena di colpi di scena.
La giornata incomincia con la SS2, e la leadership di Solberg svanisce come neve al sole.
Solberg è vittima di una foratura, e termina la speciale in 13a posizione a quasi un minuto dal vincitore Hirvonen alla guida della Citroen DS3 WRC.
Nelle successive SS3 e SS4 si impone Latvala con la Ford Fiesta RS WRC.
Latvala sembra destinato a competere per il podio poi, nella SS5, colpisce una pietra che nessun pilota aveva visto nelle ricognizioni e danneggia le sospensioni della sua Ford Fiesta RS WRC perdendo quasi 1 minuto e mezzo.
Successivamente, gli organizzatori hanno scoperto che ‘quella maledetta pietra’ è stata lanciata da un tifoso irresponsabile. Gli organizzatori hanno quindi considerato un simile gesto inaccettabile e, per garantire la sicurezza dei concorrenti e del pubblico, hanno annullato la SS9 (Ortega 2).
Brutta giornata anche per Solberg che, dopo la foratura nella SS2, è rimasto vittima di una seconda foratura nella SS3.
Problemi anche per le MINI ufficiali, la vettura di Armindo Araujo è stata afflitta da problemi al turbo, mentre la seconda Mini, il “porcellino verde” di Paulo Nobre capotta nella SS5 e si ritira.
Nobre, ripartirà domani sfruttando la regola del super rally.
Alla fine della giornata, i due piloti ufficiali Citroen occupano le prime due posizioni della classifica provvisoria; Sebastien Loeb precede di 4.5” Mikko Hirvonen e di 1’:11”.9 Mad Ostberg con la Ford Fiesta RS WRC.

Alla fine della giornata Loeb ha dichiarato:”Le prove cambiano continuamente ed è difficile mantenere il ritmo, tuttavia ho un buon feeling con la macchina”

“L’ultima speciale è stata molto difficile” ha detto Hirvonen, ”il terreno era scivoloso e fortunatamente non abbiamo apportato molti cambiamenti al setup della vettura”

10/03/2012 – Day 2
Con la cancellazione della PS9, la carovana del Mondiale Rally ha affrontato un lungo trasferimento prima di arrivare ad affrontare la PS10 del Rally del Messico, lo stage cittadino di Leon.
Sebastian Loeb è subito il migliore e, nella breve prova di 1,23 km cronometrati, incrementa il suo vantaggio su Hirvonen a 5”3.
Nel corso della giornata, Latvala ha conquistato ben 4 delle 7 speciali disputatesi nella giornata, ma una foratura (la terza da quando è partito il rally) subita nel corso della SS16 ha compromesso quasi definitivamente la sua gara.
Al termine della giornata, Sebastien Loeb si conferma leader del Rally del Messico, precedendo il compagno di squadra Hirvonen di 36” e di 1’53” Jari-Matti Latvala con la Ford Fiesta RS della M-Sport.
Proprio in virtù di questo cospicuo vantaggio sull’alfiere della Ford, si vocifera che la Citroen potrebbe aver ordinato ai suoi piloti di congelare le posizioni.
Anche in Casa Ford potrebbero aver consigliato ai piloti di mantenere le posizioni; Latvala, pilota su cui la Ford punta per la conquista del titolo, ha un vantaggio di circa 20” su Solberg, che precede Mad Ostberg.
Conclude al 6° posto Ott Tanak, che con la Ford Fiesta RS potrebbe conquistare un altro ottimo piazzamento dopo l’ottavo posto di Montecarlo. L’estone ha un vantaggio di oltre 1 minuto e mezzo su Nasser Al-Attiyah, in crescita con la DS3 WRC.
Armindo Araujo, Sebastien Ogier (al top in S2000) e Ken Block chiudono la top ten.
Segnaliamo il ritiro dell’Australiano Chris Atkinson, avvenuto nel corso della SS16 per problemi ai freni. Atkinson ripartirà domani, grazie alla formula del Super Rally.

11/03/2012 – Day 3
La giornata finale del rally vede Loeb concentrato ad amministrare il suo vantaggio e a non commettere errori.
Lo stesso Loeb, prima della partenza, ha dichiarato: ”Non devo preoccuparmi dei tempi. Ho abbastanza vantaggio per controllare la gara”.
Detto e fatto, Loeb ha controllato i suoi inseguitori è ha concluso il rally con la vittoria.
L’alsaziano, ha così raggiunto il sesto successo nella gara messicana, e si è involato in testa alla classifica del campionato dopo appena tre round disputati nell’ambito del WRC.
Con questa vittoria, Loeb ha confermato la sua supremazia fin dalle prime battute e ha trionfato con 42”4 di vantaggio sul compagno di squadra Mikko Hirvonen che, a sua volta, ha centrato l’obiettivo di conquistare punti fondamentali per il marchio Citroen.
Hirvonen, al debutto sullo sterrato con la Citroen, ha controllato la corsa senza rischiare, e ha incrementato il vantaggio nei confronti dei diretti inseguitori dopo la vittoria della SS22.
Nella stessa Speciale, Jari-Matti Latvala ha commesso un errore gravissimo che gli è costato la gara.
Il pilota fillandese ha dimostrato per l’ennesima volta di non riuscire a mantenere la lucidità nei momenti chiave. Attaccando sulla PS22 (lunga 54 km) quando era in terza posizione, ha rischiando più del dovuto, e ha capottato la sua Ford Fiesta. L’equipaggio è riuscito a rimettere la vettura in strada e, dopo aver sostituito uno pneumatico, ha concluso la prova. Al termine della prova, Latvala si è ritirato e ha dichiarato di essersi distratto dopo aver visto la vettura di Evgeny Novikov ribaltata.
Petter Solberg ha conquistato il terzo posto, approfittando del clamoroso un errore del compagno di squadra, Latvala.
Ottimo 6°posto assoluto per il Principe del Qatar Nasser Al-Attiyah, che ha conquistato 8 punti alla sua seconda partecipazione con una vettura WRC.
Thierry Neuville, alla guida della Citroen DS3 WRC, ha vinto la sua prima Prova Speciale nel mondiale WRC, la SS21.
Infine, buona la prova dell’equipaggio femminile composto da Ramona Karlsson e Miriam Walfridsson. Le due ragazze svedesi, in gara con la Mitsubishi Lancer EVO, hanno concluso al 18° posto assoluto.
Alla fine del rally, Peter Solberg ha conquistato la Power Stage, precedendo Loeb e Otsberg.

Nel corso della conferenza stampa post gara, Loeb ha dichiarato: ” Sono molto felice. È stato un lungo weekend, con tappe lunghe e con molta pressione. Ho vissuto una grande battaglia con Mikko ma, infine, siamo qui per la sesta volta sul gradino più alto del podio”.

Hirvonen ha detto: “È stata la mia prima gara sullo sterrato alla guida della DS3, e sono contento del risultato ottenuto. Ho imparato molte cose in questo weekend, e forse sono stato troppo aggressivo alcune volte”.

Petter Solberg ha dichiarato: ” Sono molto triste per Jari. Non abbiamo raggiunto il massimo risultato come squadra, ma, dal mio punto di vista, è stata una buona gara. Abbiamo una macchina molto veloce, e lo abbiamo dimostrato vincendo anche la Power Stage. È stato fantastico, ho staccato Loeb di quasi 2 secondi, anche se lui sostiene di non aver spinto”.

Nella classifica iridata, Loeb consolida il primo posto salendo a 66 punti, con un vantaggio di 16 punti su Hirvonen e 47 su Sollberg.

L’appuntamento con il quarto round del Campionato del Mondo Rally FIA, è fissato per il 29 marzo-1 aprile, in occasione del Rally de Portugal.

Leave a Comment

Previous post:

Next post: